Attenzione ai pezzi di carta!

Con cadenza periodica riceviamo divese segnalazioni da parte di gente traffata da falsi professionisti, che sbandierano titoli più svariati, conseguiti presso Università di varie parti del mondo.

La nostra Costituzione tutela la libertà di istruzione, ma nonostante tutto per poter esercitare in Italia è bene che i titoli conseguiti siano equipollenti, ovvero che siano riconosciuti dal nostro ordinamento.

Il Ministero dellìUniversità e della Ricerca Scientifica ha stilato un elenco di scuole italiane e straniere che rilasciano titoli accademici non riconosciuti in Italia e che pur apparendo 'altisonanti' non permettono a chi li ha conseguiti di esercitare la professione o di partecipare a pubblici concorsi. 

Ecco l'elenco: 

 

Centro universitario ticinese (Lugano, Svizzera) -

Iolla University (Torino e San Diego, Usa) -

Accademia europea degli studi a distanza (Torre Beretti, PV) -

Centro universitario internazionale (Zingonia, BG) -

Associazione per gli interscambi Italia-Usa (Perugia e MIlano) -

Ateneo di studi superiori pro-pace (Torino) -

British Institute of Engineering Technology (Torino) -

Centro de estudios naturistas (Barcelona, Spagna) -

Università libera e privata (Herisau, Svizzera) -

Costantinian University (New York, Usa) -

Diandra University - Accademia Superiore di scienze naturali e psicobiofisiche

(Varese) -

Ecole superieure de perfectionnement industriel (Parigi, Francia) -

European business school (Parma) -

Francesco Petrarca University (Perugia) -

Institut technique superieur (Fribourg, Svizzera) -

Clayton University (San Marino e Usa) -

The international university foundation (Indipendence, Usa) -

Magna università europea della terza età (Torre Beretti, PV) -

International university service (La Spezia) -

 


Stampa