Truffe Vanna Marchi, al via i risarcimenti

È uno dei pochissimi processi dove le vittime, in tempi relativamente brevi, stanno cominciando a ottenere i risarcimenti per i danni subiti.

 Le vittime sono le decine e decine di persone che hanno creduto alle false promesse di Vanna Marchi, della figlia Stefania Nobili e del mago brasiliano Do Nascimento, quantificati in 2 milioni e 300 mila euro. Con la sentenza del processo d'appello, oltre alle condanne a 9 anni e sei mesi di carcere per Wanna Marchi e a 9 anni per la figlia Stefania, sono stati riconfermati i danni economici e morali, sono iniziati anche i risarcimenti. Come racconta il cronista del Giornale, Stefano Zurlo, nel libro che uscirà giovedì "La strega della tv: Wanna Marchi", gli avvocati delle vittime hanno messo le mani sui beni sequestrati alla teleimbonitrice e ai suoi complici. Gli appartamenti di Milano, di Faggeto Lario, sul lago di Como, di Firenze. E la villa di Castel del Rio, nel bolognese. E ancora il castelletto del mago Do Nascimento a Candelo nel biellese. E tutti i conti correnti: su quelli della figlia e dell'ex compagno della marchi sono stati trovati 540 mila euro. E 20 delle 23 vittime che hanno scelto la difesa cumulativa, hanno ottenuto anche più di quanto avevano perso, grazie al riconoscimento del danno morale.

http://www.tg5.mediaset.it:80/cronaca/articoli/2008/10/articolo8145.shtml

Stampa