Italian English French German Portuguese Russian Spanish

LA TESTIMONIANZA DI UNA DONNA

 

LA TESTIMONIANZA DI UNA DONNA

 

 

 

DAL NOSTRO INVIATO GENOVA - Sesso, magia e riti satanici, nel passato recente di Donato Bilancia. <Mi ha proposto uno strano rito - afferma Patrizia Ecker, genovese, bruna, 33 anni, a lungo corteggiata- e quando ho rifiutato è diventato insistente e volgare. Non mi ha lasciata in pace per settimane. Ma io l'ho minacciato: ti denuncio. E non mi ha più molestata>. Bigliettaia alla piscina comunale di Molassana a Staglieno, la Ecker ricorda: <È accaduto un anno fa. Lui veniva spesso, mi ha detto che si chiamava Walter e che faceva l'assicuratore. Mi ha anche invitata a cena. Sembrava una persona normale, era persino gentile e premuroso. Normali conversazioni per un po', poi ha cominciato a farsi insistente. In trattoria ha cambiato discorso all'improvviso e mi ha parlato di esoterismo e magia. L'ha presa da lontano, ma ho capito subito che voleva portarmi a letto>. Pochi giorni dopo la cena Bilancia ha insistito con le avance. <Mi diceva: "Hai un'energia incredibile nelle mani. T'insegnerò come utilizzarla: soldi, fortuna, amore. Avrai tutto quello che vuoi. Ma devi affrontare un rito". Mi spiegò che era in contatto con una sacerdotessa messicana. Poi fu esplicito: "Devi venire a casa, spogliarti. Tre entità entreranno nel tuo corpo attraverso me...". Ero in auto con lui, cominciai ad avere paura, aprii lo sportello e scesi subito>. Le settimane seguenti, un inferno. <Mi ha perseguitata in ogni modo. Ho anche chiesto informazioni a un amico che lavora in polizia. E ho saputo che era un poco di buono. Ma lui non si dava per vinto. Continuava a venire in piscina e a dirmi: "Devi deciderti e non devi parlarne con nessuno". Poi è andato giù pesante e volgare: "Non sarò io a venire dentro te, ma quelle tre entità". Ha insistito, mi ha detto che il rito doveva avvenire subito, quel sabato stesso>. Il fine settimana, i giorni scelti dal serial killer per colpire le sue vittime. Patrizia Ecker è convinta di averla scampata per un pelo. <Quel sabato mi sono barricata in casa. Non ho risposto al telefono, non ho aperto a nessuno>. Ma Bilancia non si è dato per vinto, si è presentato ancora in piscina. <Ho dovuto chiamare il 113 e farmi accompagnare a casa da qualche collega. Lui mi ha telefonato: "Te la far ò pagare cara". Ma non ha fatto nulla. Quando è venuto in piscina si è limitato a passarmi accanto e a tempestarmi con lo sguardo. Insistente, minaccioso. È venuto anche pochi mesi fa, sotto Natale. Faceva qualche nuotata, stava lì da parte. Poi l'altro giorno, ho aperto i giornali e ho avuto un soprassalto: è lui>. [1]

 



[1] Corriere della Sera, martedì, 12 maggio 1998 art. A.Pi? CRONACHE?

 

StampaEmail

Contact Us

CeSAP

Centro Studi Abusi Psicologici ONLUS
Sede Legale: via Lecce, 71 - 73029 Vernole (LE)
Telefono : +39  080 2149694 (temporaneamente sospeso in attesa di nuovo numero)
Fax : +39  080 247 4961
Mobile : +39 338 2396939 (n. temporaneo)
email:

Cms

Support Web Site

For any problems pease contact me
Click on the Link and write a Mail
Thanks Web Master