Italian English French German Portuguese Russian Spanish

ITALIA. Crisi economica e business dell’occulto. Il nuovo studio e l’allarme della Codacons

 Con la crisi economica gli italiani si affidano a maghi e cartomanti: studio Codacons

Con la crisi economica gli italiani si affidano a maghi e cartomanti

13 milioni di italiani si rivolgono al mondo dell’occulto con la speranza di risolvere le proprie difficoltà e conoscere cosa riserva loro il futuro: un volume d’affari di circa 6,5 miliardi di euro (e quasi tutto in nero)

26 maggio 2013 ROMA - La recessione aumenta il ricorso a veggenti e “guaritori”. Sono sempre di più, infatti, gli italiani che a causa della crisi economica decidono di rivolgersi a maghi e cartomanti nella speranza di risolvere le proprie difficoltà e conoscere cosa riserva loro il futuro. A oggi sono 13 milioni i cittadini che ogni anno si rivolgono al mondo dell’occulto, un milione in più rispetto al 2011, e oltre 3 milioni in più rispetto al 2001 (quando circa 10 milioni di italiani ricorrevano almeno una volta l’anno agli operatori dell’occulto). Lo rivela uno studio del Codacons. 

Il business generato dall’occultismo in Italia è pari a circa 6,5 miliardi di euro – stima il Codacons – un dato ovviamente arrotondato per difetto, dal momento che quasi tutte le prestazioni avvengono in nero. “Il fattore che determina l’aumento di tale fenomeno è senza dubbio la crisi economica – spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – in particolare la grande incertezza che regna sul futuro, le difficoltà nel trovare lavoro, i problemi economici e la speranza di risolvere la propria situazione negativa, spingono un numero crescente di italiani a cercare risposte nella cartomanzia, negli oroscopi a pagamento e nella magia, alimentando il giro d’affari di oltre 155.000 operatori dell’occulto”. 

“Proprio a causa delle difficoltà economiche che in questo periodo storico affliggono i cittadini, cambiando anche le modalità di pagamento delle prestazioni esoteriche – prosegue Rienzi – cresce infatti in modo esponenziale il numero di utenti che paga tarocchi, oroscopi, consulti e riti di magia vari con generi alimentari, gioielli, mobili, abiti, e oggetti di proprietà, oppure ricorre a prestiti, esegue pagamenti a rate o, peggio ancora, cade nelle mani degli usurai”. 

Fonte: TODAY

http://www.today.it/rassegna/italiani-maghi-cartomanti-codacons.html

NOTA: Leggi anche articolo “Crisi, 13 milioni di italiani si rivolgono ai ‘maghi’. E’ boom dell’occultismo“, qui

http://qn.quotidiano.net/cronaca/2013/05/26/894448-crisi-italiani-maghi-occulto-13-milioni-business.shtml

Crisi: in crescita ricorso ai maghi e i tarocchi si pagano a rate

Maggio 2013 la Codacons lancia l’allarme

Roma – In tempi di crisi, nel muro di incertezza quotidiano da scalare, fanno sempre piu’ breccia pendoli, palle di vetro e tarocchi. Sono migliaia gli italiani che si rivolgono a maghi e cartomanti per sentirsi dire che forse c’e’ una speranza nonostante le difficoltà della congiuntura economica. In base ai dati raccolti dal Codacons, infatti, la crisi non ha frenato il ricorso a cartomanti, maghi e astrologhi. Anzi, si registra un incremento dei consulti con carte, tarocchi e oroscopi a pagamento.
Ma c’e’ di piu’: ”I cittadini, pur di farsi prevedere il futuro, arrivano a indebitarsi o a cedere oggetti di proprieta’, anche preziosi, per pagare le ‘prestazioni’ esoteriche”, spiega all’Adnkronos il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.
Un vero e proprio allarme sociale, denuncia il Codacons, perche’ ”aumenta il numero di chi vende i propri gioielli attraverso i ‘compro oro’ pur di ottenere liquidita’ per pagare maghi e cartomanti. Ma c’e’ anche chi contrae debiti o ricorre a usurai, e perfino chi paga a rate la lettura dei tarocchi o cerca di compensare con quello che racimola a casa, ad esempio gioielli, abiti firmati, e pure cibo. E’ il baratto di chi ha paura del futuro”, avverte Rienzi.

(Adnkronos)

 

Fonte: favisblog

StampaEmail

Contact Us

CeSAP

Centro Studi Abusi Psicologici ONLUS
Sede Legale: via Lecce, 71 - 73029 Vernole (LE)
Telefono : +39  080 2149694 (temporaneamente sospeso in attesa di nuovo numero)
Fax : +39  080 247 4961
Mobile : +39 338 2396939 (n. temporaneo)
email:

Cms

Support Web Site

For any problems pease contact me
Click on the Link and write a Mail
Thanks Web Master