top of page

La parola dell'anno è Gaslighting

Per il dizionario Merriam Webster la parola del 2022 è Gaslighting termine che definisce una forma di abuso e manipolazione, che porta, per chi la subisce, a dubitare di se stesso e delle proprie percezioni.


Ogni anno, a dicembre, i principali dizionari anglosassoni al mondo scelgono le parole che maggiormente possano definire e raccontare dei cambiamenti a livello sociale. A quanto pare, per l'anno che sta per concludersi, Gaslighting è una di queste: da parola quasi sconosciuta è diventata tra le più frequenti e anche gli italiani hanno iniziato a familiarizzare riuscendo quindi a dare un nome preciso a determinati abusi e permettendo a chi la conosce suo malgrado, di prendere coscienza della situazione in cui si trova e di poter avviare un percorso per uscirne fuori.


Precorritrice dei tempi, la dottoressa Lorita Tinelli, presidente del Cesap, proprio nei mesi precedenti aveva focalizzato l'attenzione e i suoi studi sul fenomeno, dando poi alle stampe il libro "Gaslighting - La più subdola tecnica di manipolazione psicologica", scritto in collaborazione con gli avvocati Lorenzo Puglisi e Mara Scatigno.


L'attenzione al tema è cresciuto nel corso dei mesi così come quella dei media, anche nei confronti delle vittime. La dottoressa Tinelli ha avuto modo di intervenire in una trasmissione radiofonica e nei giorni scorsi è stata raggiunta anche da un giornalista del Corriere della Sera, Tommaso Pellizzari, per un'intervista.

Qui si può riascoltare il suo intervento

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Post: Blog2_Post
bottom of page